guida acquisto ssd
Guide pratiche

Guida all’acquisto dei migliori SSD per il tuo computer

Una SSD è un’unità di memoria a stato solido molto efficace in termini di archiviazione. L’installazione non prevede gradi capacità da specialista dell’informatica ma basterà munirsi di cacciavite e software per la copia dei dati ed il gioco è fatto.

Di seguito vi spiegheremo meglio perché è così vantaggioso installare una nuova SSD nel tuo ormai vecchio PC, in modo da migliorarne le prestazioni in maniera considerevole.

Guida all’acquisto SSD: Differenza tra SSD e Hard Disk

Prima di iniziare è bene però fare una distinzione tra un’unità Hard Disk e una SSD.
Un HDD (Hard Disk Drive) è un disco magnetico sul quale vengono salvati dei dati, mentre un SSD (solid-state drive) è un’unità di memoria a stato solido che permette di salvare i dati non attraverso una scrittura meccanica e magnetica, bensì attraverso dei segnali trasmessi tramite semiconduttori, le memorie flash.

Di conseguenza i vantaggi sono innumerevoli, come ad esempio la velocità di scrittura, che è coordinata da un microprocessore all’interno che supervisiona una volta effettuata la trascrizione, eliminando così l’azione di frammentazione, che invece avviene negli Hard Disk, che rallenta tutte le operazioni; niente rumore mentre memorizza i dati; minor calore sviluppato rispetto agli HDD.

C’è da sottolineare però che le HDD sono sicuramente meno costose, anche se negli ultimi anni i prezzi delle SSD sono calati, fornendo un più vantaggioso rapporto qualità prezzo. Si prevede infatti che in breve tempo nessuno più usi gli ormai vecchi HDD, perciò non puoi farti trovare impreparato.

Andiamo dunque ad analizzare quali sono le caratteristiche fondamentali che rendono una buona SSD tale.

Guida all’acquisto SSD: Caratteristiche fondamentali per decretare l’SSD adatta a te

Come si evince dal paragrafo precedente l’utilizzo delle SSD, per ovvi motivi, sta diventando sempre più frequente e per questo motivo bisogna essere informati a dovere su come procedere all’acquisto di un’unità di memoria a stato solido senza essere truffati o raggirati.

Andremo infatti ad esporre anche quali sono i valori numerici che dovrai confrontare con le schede tecniche in negozio. Senza dubbio bisogna conoscere:

 Velocità di scrittura e lettura. Per quanto riguarda la velocità sequenziale espressa in MB/s, durante il trasferimenti dati, essa è da considerare nel momento in cui tu abbia al necessità di trasferire dati pesanti in poco tempo, ma ben più importante è la velocità di scrittura e lettura random.

Questo perché essi rappresentano, numericamente, quante operazioni si possano svolgere al secondo, e ciò impatta considerevolmente sulle prestazioni della SSD. L’unità di misura sono le IOPS (Input/Output Operations Per Second) ed una buona unità di memoria a stato solido, i valori si aggirano intorno agli 80.000 IOPS. Talvolta si riescono a sfiorare anche i 100.000, ma stiamo parlando di modelli avanzati.

– Capacità. A seconda delle vostre necessità è opportuno acquistare una SSD di dimensioni adatte, in quanto, questo fattore è uno dei più determinanti in termini di prezzi. Nel caso in cui vogliate sostituire un HDD già esistente nel vostro PC o notebook potete decidere se acquistare una SSD di uguali dimensioni o minori, troppo grandi può essere semplicemente uno spreco di denaro. In genere le unità più diffuse sono quelle che variano tra i 250 e i 500 GB, minori delle capacità degli HDD.

Per SSD più grandi è consigliabile eseguire una partizione per avere la possibilità di separare il sistema operativo dai vostri file, in modo tale da poter avere la possibilità di formattare la parte del sistema operativo senza perdere i vostri dati.

– Tipologia di memoria. Ne esistono infatti 3, ovvero, la SLC, MLC e TLC. La prima tipologia è la più costosa e anche veloce e particolarmente adatta agli informatici più esperti, la seconda invece è il modello più diffuso ed è ottimo dal punto di vista qualità prezzo, mentre la terza tipologia offre grandi capacità ed un prezzo ridotto. In genere basta comunque sapere che il sistema che ne valuta l’efficienza varia in base a quanti bit sono presenti in ogni cella, un discorso che per i meno esperti potrebbe essere un po’ complicato da comprendere.

– Tipo di interfaccia. Attualmente ne esistono due, la PCI-Express, la più recente e veloce, ma che non sempre è adatta ai vecchi modelli di PC, mentre la seconda è la SATA, ben più diffusa sul mercato che consente, a velocità più basse delle ottime prestazioni anche per delle operazioni più elaborate.

In conclusione, dopo aver analizzato accuratamente i valori presenti sulla scheda tecnica prodotto, sia che lo acquisterai online o in negozio, accertati che tu lo stia comprando da un luogo sicuro, talvolta anche leggere delle recensioni può essere di aiuto per poter effettuare l’acquisto adatto alle proprie esigenze.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *